Categorie
Risparmio

Dove investire oggi i risparmi in modo sicuro e senza rischi?

Adesso che hai imparato a risparmiare, sicuramente starai pensando che vorresti ottenere un guadagno dai soldi che stai accantonando, e sei al punto in cui ti stai chiedendo dove investire oggi i risparmi

Come tutti i risparmiatori, desideri un investimento che ti dia una rendita e che non generi una perdita, giusto? 

La soluzione certa e univoca purtroppo non esiste ma, se stai iniziando ad accantonare il tuo capitale, sei nel posto giusto per ricevere alcune informazioni importanti che ti aiuteranno a capire in cosa investire e ad evitare errori.

Parleremo, infatti, di investimenti, vedremo come minimizzare i rischi e cercheremo di capire in cosa conviene investire oggi.

Investimenti sicuri: esistono?

Quando decidiamo di investire, abbiamo due obiettivi: tutelare i risparmi (ad esempio, dall’inflazione, da una crisi o da una tassa patrimoniale) e garantirci una rendita futura

Nel contesto di instabilità economica, sociale e finanziaria e di incertezza sugli sviluppi futuri che stiamo vivendo a causa del Covid, molti di noi sono alla ricerca di investimenti sicuri che permettano di proteggere ciò che è stato accantonato negli anni (a volte anche con fatica e facendo delle rinunce). 

In base al concetto stesso, l’atto di investire comporta di per sé un rischio connesso alla possibilità che il “bene/strumento” finanziario acquisito aumenti o riduca il suo valore nel tempo. 

In altre parole, ciò significa che l’atto stesso di investire equivale ad un’assunzione di rischio perché alla base della realizzazione di un profitto vi è proprio l’incertezza. In borsa, ad esempio, il rendimento di un investimento corrisponde al premio per il rischio che ci si assume comprando un certo strumento finanziario: nessun rischio equivale a nessun rendimento.

In definitiva, se ti stai ancora chiedendo se gli investimenti sicuri esistono, tieni sempre presente che le variabili che entrano in gioco sono molte e non esiste un investimento a rischio zero. 

Esistono però differenti tipologie di investimento con differenti gradi di rischio e tassi di interesse, adatti a soddisfare esigenze differenti.

Come e dove investire i risparmi: consigli per minimizzare i rischi

Dopo aver capito perché non esiste un investimento sicuro al 100%, ecco qualche consiglio pratico e utile a capire come fare un investimento sicuro minimizzando i rischi.

  1. Devi avere ben chiara la tua situazione finanziaria e avere sempre a mente che, se decidi di investire il tuo capitale, dovrai rinunciare ad attingere a tali risorse per un periodo di tempo più o meno lungo e ciò determinerà l’orizzonte temporale dell’investimento. 
  2. Diversifica gli investimenti scegliendo strumenti e titoli differenti per tipologia (opzioni, obbligazioni, azioni, polizze, ecc.), per settore e per durata: ciò ti consente di controllare e limitare il rischio complessivo.
  3. Trova delle soluzioni che ti permettano di mantenere bassi i costi degli investimenti e non ignorare mai le spese di commissione, i costi tecnici, la tassazione e i cambi valutari.
  4. Non cercare l’investimento sicuro senza rischio e con elevato rendimento perché o è una truffa, o non esiste, o ha dei rischi che ignori.
  5. Non farti prendere dall’ansia perché le oscillazioni dei mercati sono del tutto normali.
  6. Non rincorrere le notizie.

Come e dove investire i risparmi: su cosa investire?

Esistono sul mercato varie tipologie di strumenti finanziari che si differenziano per grado di rischio, tasso di interesse e durata temporale. Per capire su cosa investire dovrai considerare i tuoi obiettivi, le tue esigenze e la tua propensione al rischio.

Propensione al rischio nulla: dove investire sicuro

Se la tua propensione al rischio è nulla, non ti rimane che optare per i conti di deposito, i libretti bancari e postali e i buoni postali (a rendimento nominale o reale). Con questi strumenti hai la sicurezza di poter liquidare l’investimento in qualsiasi momento senza registrare una perdita. 

Nel lungo periodo, però, queste soluzioni non proteggeranno del tutto il tuo capitale perché il tasso di interesse è talmente basso (oggi vicino allo zero) da non coprire neanche l’adeguamento dell’inflazione, cioè il costo della svalutazione del denaro.

Questa scelta serve solo come modo per vincolare i tuoi risparmi e non spenderli.

Dove investire oggi se la propensione al rischio è bassa

Se non hai esigenze di spesa a breve termine e non sei condizionato dall’eventualità di poter disporre del capitale e liquidare in qualsiasi momento il tuo investimento senza perdite, puoi valutare altre soluzioni per investire oggi come:

  • i titoli di Stato: sono obbligazioni emesse periodicamente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze per conto dello Stato (tra cui ci sono i Bot e i BTP);
  • le obbligazioni: a rischio finanziario inferiore rispetto alle azioni in quanto non soggette a quotazione sul mercato azionario, hanno in genere un tasso di interesse fisso e dichiarato al momento della stipula del contratto di vendita;
  • i fondi di investimento (obbligazionari, azionari, monetari, bilanciati): raccolgono il denaro dei risparmiatori e lo affidano a società di gestione del risparmio esterne. I capitali sono investiti sul mercato seguendo il criterio della diversificazione dell’investimento per ridurre il rischio; 
  • le polizze assicurative: hanno l’obiettivo di ottenere il miglior rendimento dai risparmi, di proteggere il patrimonio del contraente e possono contemplare degli indennizzi per il beneficiario qualora si venisse a trovare in situazioni di difficoltà economica, scomparsa prematura, malattia grave (assicurazione malattie gravi) o invalidità.

Su cosa investire oggi? I nostri consigli

Gli effetti del Coronavirus sullo scenario economico e finanziario globale non sono ancora chiari ma possiamo dire che resistono alle insidie i settori della tecnologia e della biotecnologia, delle telecomunicazioni, dell’innovazione e della sostenibilità.

Prova a pensare a come sta cambiando la nostra mentalità e a come sono cambiati i consumi da inizio anno ad oggi: ti facciamo due esempi per darti un’idea dello scenario.

Complice la ridotta mobilità, è aumentata la richiesta di prodotti digitali (come Netflix, Disney+ e altre piattaforme) e di strumenti tecnologici che li supportano (smartphone, tablet, tv e ma anche fibra e adsl).
Dall’altro lato, è aumentata la sensibilità verso i problemi ambientali che stiamo causando al pianeta quindi ricerca e innovazione non possono che andare nella direzione della sostenibilità. 

La finanza sostenibile è legata ad una visione etica dell’investimento che deve dare un profitto economico e avere un impatto positivo a livello sociale e/o ambientale allo stesso tempo.

Indipendentemente dal settore, il nostro consiglio è di essere prudente e di tutelare il tuo capitale con investimenti che non seguono la notizia del momento e che non sono in primo piano sul fronte della volatilità. Infine, soprattutto se sei alle prime armi, affidati a un consulente specializzato!

Rispondi